MISURA SCLEROMETRICA


   

INDAGINE ULTRASONICA


INDAGINI PACOMETRICHE





CAROTAGGIO SU
ELEMENTI STRUTTURALI






La "diagnostica delle strutture" prevede una serie di indagini che si prefiggono l'obiettivo di fornire ai diversi livelli decisionali, le informazioni tecnico - economiche necessarie per operare le scelte più opportune in termini di manutenzione, riuso e recupero del patrimonio esistente e per definire su basi razionali l'entità delle somme occorrenti in relazione alle prevedibili condizioni operative delle strutture stesse e ai conseguenti futuri costi per l'utenza. Un completo check up dell'opera eseguito in un determinato momento della vita della struttura, consente di poter istruire la sua "cartella" e seguire (meglio prevenire) le variazioni della sua sicurezza.

METODO DI DUREZZA SUPERFICIALE (SCLEROMETRO)

La prova di durezza superficiale consente di valutare la qualità del calcestruzzo utilizzando il legame esistente tra la durezza d'urto del materiale e la resistenza a compressione. Il suo funzionamento si basa sul rimbalzo di una massa battente su di un pistone che si appoggia sulla superficie del manufatto in calcestruzzo: quanto più elevata è la resistenza, tanto maggiore è il rimbalzo.
Leggendo nella scala questo rimbalzo e riportando sulle curve del diagramma applicato allo strumento, si ricava la resistenza alla compressione.Il valore di resistenza determinato con lo sclerometro risulta influenzato notevolmente dalle condizioni della superficie della struttura sulla quale si eseguono le prove (presenza di intonaci, superfici bagnate, o umide, strati superficiali carbonatati).
Nella pratica è opportuno eseguire non meno di dieci prove per punto di misura ed accettare come durezza la media aritmetica dei risultati che differiscono dal valore medio di cinque unità.

RILIEVI MEDIANTE ULTRASUONI

Sono prove basate sulla modalità di propagazione di onde elastiche di vibrazione che vengono fatte viaggiare attraverso il mezzo in esame. La metodologia ultrasonica verrà utilizzata in materiali più omogenei e in strutture compatte, tanto da essere molto penetrabili alle onde di vibrazione. La frequenza del treno di onde trasmesso alla struttura varia dai 27 ai 350 KHz utilizzando le apposite sonde.
Le prove consistono nella misura dei tempi di propagazione delle onde elastiche indotte nel mezzo fra due punti con distanza nota (trasmissione e ricezione).
Le misure possono essere eseguite, laddove possibile, per trasmissione diretta , applicando le due sonde sulle due facce opposte dell’elemento da saggiare; nei casi di inaccessibilità di una delle due facce, si opera per trasmissione semidiretta, consiste nell’applicare i trasduttori in punti appartenenti a due facce adiacenti, in genere ortogonali o indiretta posizionando le sonde su un stessa faccia a distanza nota. Misura mediante ultrasuoni a norma UNI 9524.

RILEVAZIONI PACOMETRICHE

Utilizzato per la localizzazione delle armature nel cls, per la misura del copriferro e calcolo automatico del diametro delle barre.
Il pacometro CoverMaster CM9, prodotto dalla Protovale (Oxford) Ltd, a differenza della maggior parte degli altri pacometri che sfruttano il principio dell'induzione magnetica, si fonda sul principio operativo delle eddy current (correnti parassite), è essenzialmente costituito da un sonda con la quale si spazzola la superficie da esaminare e da una centralina di rilevamento, capace di emettere un segnale digitale e sonoro allorquando viene rilevata la presenza di un tondino d’acciaio.

RILIEVI SONICI

La metodologia microsismica (o sonica) sarà utilizzata in tutti quei casi dove la poca omogeneità o la forte presenza di discontinuità non permette l'utilizzo degli ultrasuoni.
La frequenza di vibrazione delle onde è generalmente minore o molto minore di 1 KHz.
Le prove consistono nella misura dei tempi di propagazione delle onde elastiche indotte nel mezzo fra due punti con distanza nota (trasmissione e ricezione).

MONITORAGGIO EDIFICI

Esame visivo Per formulare correttamente il progetto d’indagine si deve per prima cosa procedere all’ispezione ed alla redazione dell’esame visivo, che deve riportare tutti i difetti rilevati, quadro fessurativo, macchie di ruggine, distacchi del calcestruzzo etc..

Raccolta dati storici La raccolta dei dati di campagna è complementare alla ricostruzione della storia del manufatto dai dati di progetto, alle modalità e tempi di esecuzione, alle condizioni climatiche, al manifestarsi dei primi sintomi di degrado.

Strumenti di misura manuali ed automatici Installazione di sistemi automatici di acquisizione dati per l'analisi di dissesti di un edificio, sia per cause proprie che per azioni esterne, installazione fessurimetri a piastra, deformometri millesimali, sistema di acquisizione dati remoto a 3 o più canali completo di trasduttore di spostamento elettrico da 20 mm sens. 0,01 mm, centralina vibrometrica a tre canali che consente di monitorare in continuo i fenomeni vibratori, transitori o stazionari, indotti da attività quali: uso di esplosivo in cave, opere di demolizione, inflessione di pali, traffico stradale e ferroviario, esercizio di macchinari industriali.